• World Mappers

Guida Gay • MATERA | Cosa Vedere, Dove Dormire, Migliori Locali Gay e Ristoranti | Guida LGBT


GAY MATERA

Scoprite questa Città con la nostra Guida Pratica per Visitare le Migliori Attrazioni, Assaporare Piatti Tipici e Divertirvi nei Migliori Locali. Tutto questo attraverso gli Occhi Rainbow dei World Mappers

 

Cosa Vedere, Dove Dormire, Mangiare e Divertirsi a MATERA ?

Scoprilo con i World Mappers !

 

COSA VEDERE a MATERA?

10 COSE DA VEDERE a MATERA

Sassi di Matera - Città antica

I Sassi sono probabilmente la prima cosa alla quale si pensa quando qualcuno parla di Matera. Si tratta degli antichi quartieri scavati nella roccia, sul versante della Valle Gravina, dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. I Sassi con il loro bellissimo intreccio di grotte adibite a abitazioni, vicoli, chiese in pietra, terrazze, giardini e tunnel, sono un ottimo esempio di complesso architettonico perfettamente intonato con l'ambiente naturale: un paesaggio unico nel suo genere. I Sassi si dividono in due rioni: il Sasso Barisano, il quartiere più grande, le cui case sono oggi negozi, ristoranti e alberghi, e il Sasso Caveoso, considerato il quartiere più antico che meglio conserva l'aspetto del paese rupestre. Prima di iniziare ad esplorare gli antichi rioni vi consigliamo una prima sosta a Casa Noha, primo sito del FAI in Basilicata. L'antica casa, appartenuta alla nobile famiglia Noha, è diventata recentemente centro di informazione e documentazione turistica. Un esempio è il film “I Sassi invisbili. Viaggio straordinario nella storia di Matera” proiettato sui muri di pietra della casa, che racconta la storia della città, da diverse prospettive: architettura e storia dell'arte, archeologia e storia del cinema. Grazie al percorso tecnologico disponibile tramite l'APP Matera Invisibile, scaricabile gratuitamente, si può scoprire il cuore storico della città attraverso cinque percorsi legati ad altrettanti elementi: acqua, pietra, luce, tempo e spirito.

Cattedrale di Matera

In cima alla collina della Civitas si trova il Duomo da cui si gode una splendida vista sul "Sasso Barisano". Dedicata alla Madonna della Bruna e Sant'Eustachio, protettori della città, venne eretta XIII secolo, sopra i resti di un monastero benedettino. Dal 1627 la cattedrale fu dedicata alla. La facciata in stile romanico - pugliese presenta un imponente rosone a 16 raggi (simbolo della ruota della vita) e l'arcangelo Michele che uccide il drago. Oltre al famoso presepe in pietra realizzato nel 1534 da Altobello Persio, la Basilica custodisce numerosi tesori tra cui un affresco bizantino della Madonna della Bruna con Bambino, il “Giudizio Universale”, frammenti di un ciclo di affreschi, un bel coro ligneo scolpito e la grande pala dell'altare maggiore.


Casa-Grotta

Utilizzata a lungo dai pastori come ricovero per gli animali, la cavità naturale era nota ai locali come la “Grotta dei Cento Santi”, per la presenza di numerosi santi dipinti sulle pareti. Sulla parete di fondo sono riportate alcune scene bibliche della Genesi, mentre nelle tre absidi sono presenti Apostoli, Arcangeli e la Vergine.

Palombaro Lungo

E' la grande cisterna scavata sotto la centrale Piazza Vittorio utilizzata fino ai primi decenni del secolo scorso per la raccolta dell'acqua potabile. Il suo nome deriva dal termine latino “plumbarius”. La vasca, profonda 15 metri e contenente circa 5.000 metri cubi d'acqua, faceva parte di un ingegnoso sistema di raccolta delle acque piovane e sorgive costituito da una complessa rete di canali. Un percorso affascinante nel cuore della terra che vi permetterà di ammirare una delle vasche scavate nella roccia più grande del mondo.


Museo MUSMA

Il MUSMA, Museo di Scultura Contemporanea di Matera, accoglie i visitatori con una ricca collezione di sculture, ceramiche, gioielli, libri d'arte, stampe e disegni donati da artisti, collezionisti e gallerie private. Il museo ha sede nel Palazzo Pomeraci, noto come “Palazzo delle cento stanze”. Il Museo ospita anche la biblioteca Vanni Scheiwiller, una ricca collezione di oltre 5000 libri donati dalla vedova dell'editore, grande appassionato d'arte.

Complesso di Sant'Agostino

Costituito dall'omonima chiesa e dal convento, domina il Sasso Barisano da uno sperone roccioso dove si trova uno dei punti panoramici della città. Distrutto nel 1734 da un terribile terremoto, il complesso fu restaurato e divenne la sede del Capitolo Generale dell'Ordine Agostiniano. Tra la chiesa e il convento si eleva il campanile in pietra calcarea, un parallelepipedo con un'unica finestra per lato.


Castello di Tramontano

Sulla collina di Lapilli, il Castello di Tramontano si erge in tutta la sua imponenza e con le sue tre torri sopra la città di Matera. L'inizio della costruzione risale al 1501 su richiesta del conte Giancarlo Tramontano e utilizzato nei secoli successivi come prigione. Oggi è sede di numerosi eventi, concerti, spettacoli teatrali e pirotecnici (durante le feste patronali).


Aree naturali di Matera

Riserve naturali, parchi, oasi faunistiche che caratterizzano tutto il territorio della Basilicata. Il Parco della Murgia, la Riserva Regionale San Giuliano e il Colle Timmari sono le principali aree naturali visitabili a Matera. Nell'altopiano si trovano i resti di antichi villaggi neolitici. La zona del Lago di San Giuliano, invece, è nota per una forte presenza di uccelli (140 specie) e di capanne di avvistamento dove è possibile osservarli. Inoltre il colle Timmari è un piccolo borgo residenziale sul lago di San Giuliano ed è un importante sito archeologico.


Cripta del Peccato Originale di Matera

A pochi chilometri da Matera, lungo il muro della Gravina di Picciano si trova la Cripta del Peccato Originale. Si tratta di una chiesa-grotta affrescata riportata alla luce nel 1963. Nota anche come la Cappella Sistina della pittura murale rupestre per lo straordinario complesso pittorico (risalente al VIII - IX secolo) che decora le pareti della cripta.


Chiese Rupestri a Matera

Le chiese risalgono per lo più al Medioevo, quando monaci benedettini e bizantini iniziarono a stabilirsi nelle grotte della Gravina trasformandole in centri di preghiera. Quei luoghi mistici, scavati nella roccia, sono una delle caratteristiche dell'intero territorio materano: cripte, cappelle, basiliche, santuari e monasteri: opere d'arte eccezionali, espressione del patrimonio storico - culturale di questi luoghi. Sono quasi 150 le chiese del territorio materano per la cui tutela è stato istituito il Parco delle Chiese Rupestri di Matera, patrimonio dell'UNESCO. Tra le tante chiese rupestri si possono visitare: la chiesa di San Pietro Barisano situata nell'omonimo Sasso, con la facciata in stile romanico - barocco e l'interno completamente scavato nel tufo; la chiesa di Santa Lucia alle Malve contenente importanti affreschi tra cui quello della “Madonna del Latte”; Chiesa di Santa Maria de Idris scavata nel fianco del Monterrone e la cripta di San Giovanni. Quattro chiese rupestri raggruppate attorno ad un cortile centrale formano invece il Convicinio di Sant'Antonio. A Santa Barbara è dedicata la chiesa di ispirazione orientale, che ricorda le cripte della Cappadocia, ricca di affreschi tra cui una raffigurazione di Santa Barbara.

 

STORIA dei SASSI di MATERA

La storia di Matera è molto antica, pensate infatti che è la terza città più antica del mondo dopo Aleppo in Siria e Jerico in Cisgiordania. Abitata già nel neolitico, con le prime istituzioni economiche, religiose e politiche durante l'epoca dell'Antica Grecia, si forma una vera e propria cittadina. Durante poi il periodo romano, Matera venne inclusa nella Regio II Apulia et Calabria. In seguito venne occupata da Longobardi, Bizantini e Saraceni. A partire dal IX secolo a.C. con il periodo normanno, Matera si trovò in uno dei periodi migliori della sua fioritura. La città infatti si sviluppò intorno alla Civita ed era protetta dalla cinta muraria. Nello stesso periodo giunsero nella zona dell'Altopiano della Murgia numerosi monaci eremiti della Cappadocia e proprio grazie a loro, oggi ci sono rimaste circa 150 chiese rupestri. La storia di Matera prosegue con la dominazione del Re di Napoli Ferdinando I, seguita poi dall'arrivo tra il XV e il XVI secolo a.C. di persone dalla Croazia e dall'Albania che creeranno un quartiere chiamato Rione Casalnuovo. Verso fine Seicento, durante il periodo spagnolo, Matera diventa la capitale della Basilicata, fino a quando nell'Ottocento il ruolo di potere venne trasferito alla città di Potenza. La vita nella zona dei Sassi di Matera era da sempre collegata alle pessime condizioni igienico-sanitarie di case piccolissime, senza acqua o servizi igienici, e spazi condivisi tra persone e animali. Dagli Anni Cinquanta inizia a sollevarsi l'interesse per le sorti della città di Matera, con uno stanziamento di fondi al fine di costruire nuove zone residenziali. Arriviamo infine al 1993 quando i Sassi di Matera vengono dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO e nel 2014 la città è stata nominata Capitale Europea della Cultura per il 2019.

 

ITINERARI SUGGERITI

Visitare al meglio questa città dipende essenzialmente da quanto tempo avete per godervela a pieno. Ecco quindi una soluzione in base al numero di giorni a vostra disposizione:

  • Giorno 1 / Day 1 - Matera Completa - Google Maps

  • Extra (in Auto) - Chiese Rupestri & Cripta del Peccato Originale - Google Maps

(Aprendo le Mappe con Google, potrete facilmente seguire il nostro percorso)

 

5 MIGLIORI ESCURSIONI da MATERA

Vi consigliamo di prenotare le migliori escursioni qui: Viator - Musement - Get Your Guide

Altamura, Gravina di Puglia & Irsina

Montescaglioso & Craco

Alberobello & Ostuni

Locorotondo, Cisternino & Martina Franca

Laterza, Ginosa & Massafra

 

Click'n'Go - Cliccando su Hotel, Ristoranti, Bar & Club potrete facilmente trovarli sulle Mappe o Consultare il loro Sito

 

DOVE DORMIRE a MATERA?

10 MIGLIORI HOTEL GAY FRIENDLY di MATERA

Un'esperienza unica e indimenticabile che si può vivere a Matera è dormire in una stanza scavata nella roccia, magari un un hotel di lusso. Contesti unici ed esclusivi che vi faranno sognare a occhi aperti in un'atmosfera che solo Matera sa offrire.

Aquatio Cave Luxury Hotel & SPA *****

Quarry Resort Luxury Hotel ***** ® Testato dai World Mappers

Palazzo Gattini Luxury Hotel *****

Sextantio Le Grotte Della Civita ****

MH Matera Hotel ****

Il Belvedere ****

Caveoso Hotel ***

Locanda Di San Martino Hotel & Thermae Romanae ***

Essenze Home Gallery

Palazzotto Residence & Winery

 

DOVE MANGIARE a MATERA?

10 MIGLIORI RISTORANTI di MATERA Qualità/Prezzo

€€€ - L'Abbondanza Lucana

€€€ - Baccanti ® Testato dai World Mappers

€€€ - Regiacorte - Restaurant & Terrace Lounge

€€ - Trattoria del Caveoso

€€ - Osteria MateraMì

€€ - Osteria San Francesco

€€ - Ristorante Baccus

€€ - Osteria Belvedere Matera

€ - Il Terrazzino Matera

€ - Dalla Padella alla Brace Matera

 

VITA NOTTURNA a MATERA

5 MIGLIORI LOCALI GAY, BAR & DISCOTECHE di MATERA

Charlie’s Speakeasy (Gay Friendly Bar)

Wine & Coffee 9.1 (Gay Friendly Cocktail Bar) ® Testato dai World Mappers

Area 8 (Gay Friendly Cocktail Bar) ® Testato dai World Mappers

Boccadoro 96 eat&drink (Gay Friendly Bar)

Shibuya (Gay Friendly Cocktail Bar)

 

CONSIGLI di VIAGGIO su MATERA dei World Mappers

  • Per completare la visita a Matera nel migliore dei modi vi consigliamo di attraversare il Ponte Tibetano Sospeso sul canyon della Gravina che attraversa l'omonimo torrente fino a giungere all'area di Murgia Timone. Potrete scegliere di esplorare e visitare alcune chiese rupestri del Parco della Murgia da soli o in compagnia di una guida. Potete prenotare il biglietto cliccando qui.

  • Lo sapevate che potete trovare un pezzettino di Dalì anche a Matera? A partire dal 2018 infatti, sono state posizionate in città alcune opere raffiguranti quadri e sculture del surrealismo dell'artista spagnolo. Dall'Elefante Trampoliere, al Pianoforte Danzante, fino ad arrivare alla nostra preferita, l'Orologio che si scioglie.

i PUNTI PANORAMICI più BELLI di MATERA

Godetevi la città dall'alto dai migliori Punti Panoramici di Matera che vi consigliamo:


Via Madonna delle Virtù & Complesso di Sant’Agostino

Via Madonna delle Virtù è la strada che costeggia il Sasso da una parte e la Gravina dall'altro con bellissime visuali sul canyon e sui Sassi di Matera. Proseguendo su via Madonna delle Virtù e imboccando via D’Addario si giunge al Complesso di Sant’Agostino (chiesa e convento), posto proprio sull'orlo di uno sperone roccioso. Il piazzale davanti alla chiesa è un bellissimo punto panoramico.


Belvedere Luigi Guerricchio

Una terrazza che vi farà ammirare la bellezza di Matera. Probabilmente il primo punto panoramico della città che incontrerete perché si trova praticamente in Piazza Vittorio Veneto.


Belvedere di Murgia Timone

Questo punto panoramico offre la possibilità di ammirare Matera dall'altro lato del canyon della Gravina. Una visuale imperdibile.


Belvedere di Piazzetta Pascoli

Un belvedere nel cuore della città, direttamente sul Sasso Caveoso.


Chiesa della Madonna dell’Idris

Secondo noi la chiesa più bella di Matera, sembra uscire direttamente dalla roccia, sulla rupe di Monterrone. Dietro la chiesa si trova una piccola piazzetta da dove si può ammirare il Sasso Caveoso, il torrente Gravina e il Parco della Murgia.


Duomo

Il Duomo di Matera, dedicato alla Madonna della Bruna e a Sant’Eustachio, sorge in uno dei punti più alti della città in perfetta posizione panoramica sul Sasso Barisano.


Via San Cesarea, sopra San Pietro Barisano

Da via Santa Cesarea salendo delle scalette si giunge ad una piccola terrazza sopra la chiesa rupestre di San Pietro Barisano. Da qui la vista spazia sui Sassi e sul Duomo.

  • Matera è stata il set cinematografico del famoso film di Mel Gibson "La Passione di Cristo". Al nostro ritorno dalla visita della città, ci siamo rivisti il film per rivivere Matera in tutta la sua bellezza. Se visitate la città nel periodo estivo vi imbatterete sicuramente in uno dei cinema allestiti all'aperto.

  • Se volete vedere qualcosa di veramente unico non perdetevi i Sassi in Miniatura, un'opera in tufo di circa dodici metri che riproduce nei minimi dettagli i Sassi di Matera. Inoltre, in questo laboratorio si possono acquistare bellissimi oggetti realizzati in tufo. Per maggiori info cliccate qui.

  • Se volete portare a casa un bel simbolo di Matera, allora dovete assolutamente acquistare un fischietto colorato, il Cucù - raffigurante un galletto in terracotta.

  • Un simbolo della Murgia è il Falco Grillaio, in pericolo di estinzione. Proprio per questo tra i Sassi troverete numerosi nidi in legno per aiutare la riproduzione di questo piccolo rapace.

  • Avete mai notato sui muri di alcuni Sassi di Matera delle conchiglie? Pensate che millenni fa l'intera zona era ricoperta dal mare, una volta ritiratosi poi lasciò scoperte proprio quelle rocce calcaree da cui sono stati costruiti i Sassi di Matera.

  • Vicino Matera si trova il sito archeologico di Metaponto, il ricco centro della Magna Grecia che vide le sue origini nel VII secolo avanti Cristo. Potrete visitare l'Area Archeologica e il Museo Archeologico Nazionale di Metaponto.

 

GAY FRIENDLY TOURS

Volete scoprire più a fondo la città attraverso i Migliori Tour Gay di Matera ? Vi consigliamo i seguenti operatori locali:


Gaily Tour - Tour Operator che offre tour ed escursioni dedicati alla comunità LGBT+ in tutta Europa. Tour Speciali e Guide Gay & Lesbian Friendly pronte a farvi scoprire le bellezze di questa destinazione. Info & Prenotazioni: info@GailyTour.com

 

Cosa Vedere vicino a Matera ?

MAP'GUIDE • PUGLIA

MAP'CITY • BARI

MAP'CITY • ALBEROBELLO

MAP'CITY • OSTUNI

MAP'CITY • LOCOROTONDO

 

© Fotografie di Matera a cura di Merak Studio


#WorldMappers #FollowUs #GayTravel #GayTravelBlog #Wanderlust #GayLove #LoveIsLove #CoupleGoals #GayPride #LGBT #GayGram #Husbands #Travelers