• World Mappers

Guida Gay • TUSCIA | Itinerari, Consigli e Cosa Vedere | Pratica e Completa LGBT Friendly

TUSCIA GAY FRIENDLY

Soluzioni di viaggio con itinerari per scoprire tutte le meraviglie di questa destinazione, luoghi assolutamente da non perdere, consigli su dove dormire e cosa mangiare, e soprattutto suggerimenti speciali per vivere al meglio il vostro viaggio !

ITINERARI SUGGERITI

Visitare al meglio questa destinazione dipende essenzialmente da quanto tempo avete per godervela a pieno. Ecco quindi una soluzione in base al numero di giorni a vostra disposizione:

In alternativa se avete a disposizione più di un giorno, vi consigliamo di dividerla in questi tre itinerari, che vi permetteranno di godervela a pieno:

  • Giorno 1 / Day 1 - Alta Tuscia (Celleno, Civita di Bagnoregio & Bolsena) - Google Maps

  • Giorno 2 / Day 2 - Viterbo & Tuscia Centrale (Terme, Tuscania & Tarquinia) - Google Maps

  • Giorno 3 / Day 3 - Bassa Tuscia (Bracciano, Sutri, Lago di Vico & Caprarola) - Google Maps

(Aprendo le Mappe con Google, potrete facilmente seguire il nostro percorso)

 

Click'n'Go - Cliccando sui nomi dei luoghi potrete facilmente trovarli sulle Mappe

 

COSA VEDERE nella TUSCIA?

10 COSE DA VEDERE nella TUSCIA

Civita di Bagnoregio

Uno dei borghi italiani più famosi, chiamato anche la "città che muore​". Situata sulla sommità di uno sperone di roccia, oggi è costantemente sottoposta all'erosione e rischia di scomparire. Pensate che il borgo è abitato solo da una decina di abitanti e vive solo di turismo (infatti l'ingresso è a pagamento). Ogni angolo di questa meraviglia regala scorci bellissimi. Potrete trovare anche un sacco di localini dove mangiare e bere ottimi prodotti locali. Non perdetevi il Palazzo Vescovile, la Chiesa di San Donato e il mulino risalente al XVI secolo.

Viterbo

Conosciuta anche come la "città dei Papi", poiché quando Roma diventava troppo pericolosa i Papi si rifugiavano qui. Si presenta come una perla della Tuscia all'interno della quale troverete il quartiere medievale più grande e meglio conservato d'Europa. Infatti immancabile a Viterbo è il quartiere di San Pellegrino. Vi sembrerà quasi di tornare indietro nel tempo, con piccole stradine di pietra, immense torri, fantastici cortili e logge pazzesche. Ma Viterbo non è solo questo, potrete ammirare Palazzo dei Priori con le sue sale affrescate, il famoso Palazzo dei Papi con la sua incredibile loggia, e la Cattedrale di San Lorenzo.


Bomarzo & Parco dei Mostri

Non molto distante da Viterbo potrete visitare il particolarissimo parco, nei pressi del borgo di Bomarzo, nato dall'idea del principe Pierfrancesco Orsini intorno al 1500. Vi troverete di fronte ad un giardino arricchito da moltissime sculture di mostri, animali, eroi ed edifici ispirati al mondo classico. Pronti a fare un tuffo in un mondo fantastico e mitologico dove il tempo sembra essersi fermato? Non perdetevi poi il fantastico borgo di Bomarzo.


Villa Lante a Bagnaia

Se siete amanti della natura non potete perdervi uno dei dieci giardini all'italiana più belli al mondo: Villa Lante. Il suo creatore, il cardinale Giovan Francesco Gambara, fece progettare nel Cinquecento il cosiddetto Barco e la tenuta di caccia, con elaborati giochi d'acqua, incredibili affreschi e grandi terrazze verdi. Un posto davvero unico ad un passo da Viterbo.


Tarquinia

Questa città etrusca è oggi testimonianza di questo antico popolo e è diventata un luogo turistico di grande importanza. La leggenda narra che la città venne fondata dall'eroe della mitologia etrusca, Tarconte. Potrete visitare il Museo Nazionale, la Chiesa di Santa Maria di Castello e quella di San Giacomo, oltre all'elegante Palazzo Vitelleschi, ora sede del Museo Nazionale Etrusco.


Tuscania

Uno splendido borgo della Tuscia all'interno del quale potrete ammirare la Chiesa di San Pietro, oltre che alle innumerevoli altre fantastiche chiese, tra cui quella di Santa Marta. Godetevi poi il panorama dalla città sulla valle del Marta.

Celleno

Chiamato anche il "borgo fantasma", è situato su uno sperone di tufo non molto lontano da Civita di Bagnoregio. Una volta arrivati vi sembrerà di ritrovarvi in un film, il tempo sembra essersi fermato e l'intero borgo è deserto e disabitato. Un'atmosfera suggestiva e unica.


Vitorchiano

Un altro borgo viterbese molto particolare, con una posizione a strapiombo su una rupe di roccia magmatica. Esplorando le sue viuzze lastricate e l'imponente cinta muraria respirerete la magia di questo luogo. Non perdetevi il Palazzo comunale con la Torre dell'orologio, la Chiesa di Sant'Antonio Abate e l'Auditorium nella struttura di un ex monastero.


Caprarola

Per i golosi di nocciole questo è il luogo ideale, poiché i boschi attorno alla cittadina sono pieni di noccioleti di altissima qualità. Non a caso una delle feste più importanti è la Sagra delle Nocciole​ a fine agosto. Il borgo ha anche una struttura urbanistica molto particolare, pensate che da una via centrale, la Via Dritta, partono tutte le stradine secondarie. Una visita al Palazzo Farnese, con la monumentale Scala Regia e i giardini all'italiana, merita senz'altro una visita.


Sutri

Il piccolo borgo di Sutri, arroccato su uno sperone di tufo, è una meraviglia per gli occhi. Ammirate le sue torri e le mura merlate, tutto questo circondato da un meraviglioso bosco. Nel 2019 Sutri è stato inserito tra i Borghi più Belli d’Italia.

i LAGHI più BELLI della TUSCIA


Lago di Bracciano

Il lago più famoso della regione, a breve distanza da Roma. Pensate che è anche tra i dieci laghi più grandi d'Italia. Potrete divertirvi con attività come la pesca o splendide passeggiate. Quella più famosa porta verso il Castello Orsini Odescalchi nel borgo di Bracciano.


Lago di Bolsena

Il lago vulcanico più grande non solo d'Italia, ma addirittura di tutta Europa. In estate è molto gettonato per l'abbondanza di strutture ricettive (campeggi e straordinari hotel). La zona offre davvero di tutto, da sentieri nei boschi, a degustazioni di prodotti locali o tour delle cantine del territorio.


Lago di Vico

Incastonato in un'oasi naturale, è famoso per la ricchezza della flora e fauna locali. Imperdibile è la Riserva Naturale del Lago di Vico per immergersi in sentieri nel verde (è persino possibile farlo a cavallo).


Lago di Mezzano

Questo laghetto ancora poco conosciuto al turismo di massa, permette di rilassarsi a pieno e di godere di una natura quasi incontaminata. Potrete anche approfittarne per farvi un giro intorno al lago.


Riserva Naturale delle Saline

Voglia di fenicotteri rosa e un paesaggio da cartolina? Allora questa riserva è quello che fa per voi. Non molto distante da Tarquinia troverete questa meravigliosa area protetta con una ricchissima fauna locale.

Le TERME più BELLE della TUSCIA

Pensate che Viterbo vanta un bacino idrotermale fra i più ricchi in Italia, le cui acque sono ricche di sali di zolfo e bicarbonato di calcio.


Terme del Bagnaccio

Non molto lontano dalla città di Viterbo, potrete rilassarvi in queste fantastiche terme. Le terme hanno sia una parte a pagamento, sia una piscina totalmente gratuita ad ingresso libero.


Terme di Stigliano

Note per i getti di vapore che provengono dalle sorgenti di acqua calda delle grotte naturali. Ideali per chi soffre di malattie respiratorie, artrosi o malattie della pelle.


Terme delle Masse di San Sisto

In Località Paliano si trovano le Terme delle Masse di San Sisto, costituite da due vasche termali di diversa temperatura (quella più grande di acqua calda, l'altra più piccola di acqua fredda).


Terme del Bullicame

Queste famose terme, citate anche da Dante nell'Inferno della Divina Commedia, sono ad accesso libero. Nell'area attorno alle terme potrete trovare anche un bellissimo Parco Naturale.


Terme delle Piscine Carletti

Molto simili per conformazione alle vicinissime Terme del Bullicame, anche queste sono gratuite.

DOVE DORMIRE nella TUSCIA?

MIGLIORI HOTEL & APPARTAMENTI LGBT FRIENDLY nella TUSCIA

Viterbo - Villa Farinella B&B

Viterbo - B&B dei Papi Boutique Hotel

Viterbo - B&B La Suite del Borgo

Tra Viterbo e Montefiascone - Il Casale nella Tuscia Biofarm

Bagnoregio - Agriturismo Il Meleto

Castiglione in Teverina - Casale dei Gelsi

Tuscania - Agriturimo Re Tarquinio

Farnese - Il Podere di Marfisa

Ronciglione - Relais Sans Souci and Spa ****

Castel Giorgio - Borgo La Chiaracia Resort & SPA *****

DOVE MANGIARE nella TUSCIA?

MIGLIORI RISTORANTI TIPICI della TUSCIA Qualità/Prezzo

Tutti provati e riprovati da noi!

Viterbo - €€ - Taverna Etrusca

Viterbo - €€ - Il Grottino

Viterbo - € - Antica Taverna

Civita di Bagnoregio - € - L'Arco del Gusto

Bolsena - €€ - Ristorante La Francigena

Capodimonte - € - Agriturismo Bisenzio

Tuscania - €€ - Re Tarquinio

Tarquinia - €€ - La Capanna del Buttero

Sutri - €€ - Osteria dell'Oca

Sutri - €€ - La Locanda di Saturno

Bracciano - €€ - Osteria del Borgo

Graffignano - €€ - Il Torrino del Povile

Cellere - €€ - L'Officina del Macellaio

Aquapendente - €€ - S'Osteria38

COSA MANGIARE nella TUSCIA?

MIGLIORI PIATTI TIPICI e VINI TIPICI della TUSCIA

Acquacotta

Piatto tradizionale della gastronomia della Tuscia, con pane raffermo, cicoria di campo, mentuccia e olio extra vergine d’oliva.

Fieno di Canepina

Simile alle tagliatelle, ma più fini, servite con ragù di carne (magari di cinghiale) e una spolverata di pecorino locale.

Gnocchi col Ferro di Soriano nel Cimino

Il nome di questo piatto deriva dall'uso di un ferro da calza durante la preparazione.

Lombrichelli alla Vitorchianese

Spesso con finocchio selvatico, è una tipologia di pasta che assomiglia ai bucatini, ma senza buco.

Sbroscia

Zuppa di pesce diffusa nell'area del lago di Bolsena, con patate, cipolla, aglio, passata di pomodoro e mentuccia.

Coregone

Pesce del lago di Bolsena.

Bertolacce

Simili alle crêpes, sono servite arrotolate e spolverate di pecorino.

Ceciaroli

Riconoscibili dalla loro forma di ravioli, sono dolci ripieni di crema di ceci.

Tozzetti

Il dolce più classico e famoso, ovvero dei biscotti secchi con le nocciole dei Monti Cimini, serviti a Natale e durante le feste patronali.


CONSIGLI di VIAGGIO sulla TUSCIA dei World Mappers

  • Una vera e propria chicca della zona è il fantastico borgo di Sant'Angelo, il paese delle fiabe. Verrete catapultati in libri di favole che fanno sognare grandi e piccini. Dopo un vasto incendio che colpì nel 2017 le campagne della cittadina, si è voluto trasformare Sant’Angelo in un paese delle fiabe. Attraverso un vero e proprio percorso artistico, verrete travolti da murales ed opere di street art dedicati ad Alice nel Paese delle Meraviglie, al Piccolo Principe, alla Piccola Fiammiferaia, ad Hansel e Gretel e persino al Don Chisciotte.

  • Oltre ai Borghi finora menzionati ce ne sono moltissimi altri davvero particolari, che meritano una visita. Vi consigliamo di fare un salto a Calcata, nel cuore dell’Agro Falisco, in uno dei più belli paesaggi laziali. E' conosciuto per essere il borgo magico dove vivono hippie e streghe. Secondo una credenza diffusa, infatti, si crede che questo sia il luogo dove un tempo si effettuavano misteriosi riti magici e propiziatori. Sembrerebbe che ancora oggi si svolgano riti esoterici ed iniziatici in alcune abitazioni di Calcata e in grotte sotterranee.

#WorldMappers #FollowUs #GayTravel #GayTravelBlog #Wanderlust #GayLove #LoveIsLove #CoupleGoals #GayPride #LGBT #GayGram #Husbands #Travelers