• World Mappers

Map'Guide • VALPOLICELLA

Finalmente la nostra Map'Guide • VALPOLICELLA

Soluzioni di viaggio con itinerari per scoprire tutte le meraviglie di questa destinazione, luoghi assolutamente da non perdere, consigli su dove dormire e cosa mangiare, e soprattutto suggerimenti speciali per vivere al meglio il vostro viaggio !

Finally here our Map'Guide • VALPOLICELLA WINE AREA

Travel solutions with itineraries to discover all the wonders of this destination, places not to be missed, tips about where to sleep and what to eat, and above all many small special tips to enjoy your journey !

ITINERARI SUGGERITI (Suggested Itineraries)

Visitare al meglio questa zona dipende essenzialmente da quanto tempo avete per godervela a pieno. Ecco quindi una soluzione in base al numero di giorni a vostra disposizione / Visiting this area depends essentially on how much time you have available to fully enjoy it. So here is a solution based on the number of days available to you:

in alternativa se avete a disposizione più di un giorno, vi consigliamo di dividerla in questi due itinerari, che vi permetteranno di godervela a pieno:

  • Giorno 1 / Day 1 - Valpolicella da Visitare & Castello di Soave - Google Maps

  • Giorno 2 / Day 2 - Strada del Vino della Valpolicella - Google Maps

(Aprendo le Mappe con Google, potrete facilmente seguire il nostro percorso)

Click'nGo - Cliccando sui nomi dei luoghi potrete facilmente trovarli sulle Mappe / Click on the places to find them on the Map

10 COSE DA VEDERE in VALPOLICELLA secondo i World Mappers (10 Best Things & Places to See)

  • San Giorgio di Valpolicella & Pieve di San Giorgio - Frazione di San Ambrogio di Valpolicella famoso per le industrie del marmo e del granito, estratti e lavorati direttamente sul territorio. Il borgo di San Giorgio è stato eletto come uno dei borghi più belli d’Italia ed è soprannominato "Ingannapoltron", dal dialetto veronese “inganna il pigro”, dovuto al fatto che in passato i pellegrini, vedendo il paese dalla pianura, credevano di poterlo raggiungere velocemente. In realtà la strada risultava molto ripida e piena di tornanti. Imperdibile è la visita alla Pieve di San Giorgio, una chiesa rurale e considerata una delle più belle pievi del Veronese. A poca distanza dalla pieve non perdetevi la terrazza che affaccia sui vigneti sottostanti. Si vede persino il Lago di Garda!

  • Fumane & Santuario della Madonna delle Salette - Uno dei borghi più carini della Valpolicella. Immerso tra i boschi sopra l'abitato di Fumane a dominio dei territori circostanti troverete anche il Santuario della Madonna delle Salette. Da qui si dice che si veda il panorama più bello su Fumane. Raggiungibile a piedi o in auto, il santuario fu costruito nel 1859 in seguito ad un voto, quando l'abitato di Fumane venne minacciato da una malattia dei vigneti.

  • Villa della Torre Allegrini (Fumane) - Probabilmente uno degli esempi architettonici più interessanti del Cinquecento veronese, questa villa si ispira alle antiche ville romane e a Palazzo Tè a Mantova. Oggi è sede di un'azienda vinicola ed è circondata da un vigneto dal quale si produce il vino Palazzo della Torre Allegrini. Attenzione però, per la visita occorre prenotare.

  • Parco delle Cascate di Molina - Molina è un piccolo borgo della Lessinia, poco sopra il paese di Fumane. Il Parco delle Cascate di Molina, che si estende su una superficie di circa 100 mila metri quadrati, è perfetto per immergersi in un’oasi di pace e natura con cascate, boschi e bellissimi prati. Si può scegliere che percorso seguire in base al livello di difficoltà. Sono tre le possibilità: verde il più semplice da percorrere in mezz'ora, rosso quello medio che si percorre in poco più di un’ora e nero quello per gli escursionisti un po' più esperti da percorrere in circa paio d’ore. Vi consigliamo anche una visita al Museo Botanico, per conoscere le diverse specie di piante presenti nel parco.

  • Sant’Anna d’Alfaedo & Ponte Veja di Lessinia - Qui che si trovano le antiche origini della Valpolicella, rocce risalenti al Giurassico, scavate, nei secoli successivi, dagli abitanti per estrarre la famosa pietra della Lessinia usata nelle costruzioni degli edifici. Da queste cave sono emersi anche fossili di squali, tartarughe e mosasauri di importanza eccezionale, oggi conservati nel bel Museo Paleontologico di Sant’Anna. Nei dintorni si può ammirare il Ponte di Veja, un arco naturale in pietra grande circa 50 metri e scavato dall’acqua nel corso dei secoli. Questo è il Ponte Naturale più grande d'Europa. Sospeso a quasi 30 metri dal fondovalle, guardarlo dalla base è davvero impressionante. Qui si trovano anche due grotte dove sono stati rinvenuti reperti preistorici. Questo ponte ha ispirato per la sua particolarità numerosi artisti: Andrea Mantegna, che lo dipinse come sfondo di un affresco della Camera degli Sposi nel Palazzo Ducale di Mantova, e Dante Alighieri, che si sarebbe ispirato al Ponte per le Malebolge, l'ottavo cerchio dell'Inferno della Divina Commedia.

  • Negrar di Valpolicella - Gli amanti della storia avranno la possibilità di visitare i diversisiti archeologici e storico-religiosi (solo per citarne alcuni: Chiesa Arcipretale di San Martino e la Chiesa di Torbe) e le maestose Ville Venete (tra cui: Villa Rizzardi, Villa Mosconi Bertani, Villa Albertini). È inoltre possibile cimentarsi nella visita degli altri antichi borghi della Valpolicella (Molina, Cavalo e Breonio). Proprio a Negrar tra i filari dell'Amarone, è stata da poco riscoperta e riportata alla luce un'antica villa romana. Appena fuori Negrar, c'è il comune di Fiamene (Fane), dove è possibile «riveder le stelle», per restare in tema Dante. Qui si trova infatti l’Osservatorio astronomico. La località è a 700 metri d’altezza e la caratteristica del sito, con un’ottima visuale a 360° e bassa umidità, consente di scorgere in serate serene la Via Lattea. Un vero spettacolo per gli occhi e per l’anima!

  • Pieve Romanica di San Floriano - E' una delle più belle pievi romaniche del Veronese, edificata, come dimostrano due cippi funebri di grandi dimensioni e altri resti ritrovati, sopra un cimitero pagano. Le origini della chiesa attuale si fanno risalire al XII secolo, ma si hanno sue notizie già dall’anno 905. Sulla parte destra della facciata si trova un bellissimo chiostro seicentesco, mentre nella parte sinistra la torre campanaria.

  • Cave del Prun - Oggi abbandonate, queste cave dette in dialetto "preare", sono in pietra Lessinia e possono essere visitate liberamente. Attualmente le cave sono a cielo aperto, mentre in passato ne esistevano alcune nella zona di Prun e di Torbe simili a miniere.

  • Aquardens Terme - Un parco termale all'avanguardia immerso nei paesaggi della Valpolicella. Aquardens colpisce prima di tutto per i suoi numeri da capogiro, infatti è il parco termale più grande d’Italia, con 11 vasche ed oltre 60.000 metri quadri di superficie. All'interno troverete anche punti ristoro ed un’area dedicata al wellness. Inoltre ora è possibile anche prenotare un posto anche nella nuova Oasi Beach, un’area privata con sabbia bianca, palme e lettini comodi come divani. Se volete scoprire di più cliccate su questo link.

  • Strada del Vino Valpolicella - Lungo questa strada potete scoprire i migliori vini rossi veneti della zona come l'Amarone DOCG, il Recioto e il Valpolicella. Moltissime cantine e tante tenute immerse in un paesaggio da cartolina, che si uniscono ai numerosi ristoranti e trattorie locali con cucina tradizionale. Per scoprirne di più cliccate qui per il sito ufficiale.

MIGLIORI CANTINE & DEGUSTAZIONI nella VALPOLICELLA preferite dai World Mappers (Best Wineries & Tastings)

MIGLIORI EVENTI della VALPOLICELLA consigliati dai World Mappers (Best Events)

  • Cantine Aperte - Nell'ultimo weekend di maggio le cantine aprono le porte agli appassionati di vino per degustare, acquistare e far conoscere da vicino le tecniche di produzione del vino.

  • Magnalonga della Valpolicella - Una camminata di circa 10 km attraverso il territorio di San Pietro in Cariano, per assaporare i buonissimi prodotti locali, ovviamente abbinati ai vini della Valpolicella.

  • Palio del Recioto e dell’Amarone - Tra Marzo e Aprile si tiene questo evento nel comune di Negrar per far conoscere i vini della Valpolicella e il territorio con stand che vendono vino, prodotti tipici ma anche esposizioni di artigianato, mostre di pittura, intrattenimento per bambini, spettacoli e tanta musica.

MIGLIORI HOTEL & APPARTAMENTI FRIENDLY nella VALPOLICELLA (Best Hotels & Apartments)

MIGLIORI RISTORANTI TIPICI della VALPOLICELLA per Qualità/Prezzo (Best Typical Restaurants)

MIGLIORI PIATTI & VINI TIPICI della VALPOLICELLA amati dai World Mappers (Best Typical Food & Wines)

  • Panà - Piatto povero fatto con pane raffermo cotto in un brodo vegetale

  • Pearà - Salsa fatta con pane raffermo, midollo, formaggio e insaporita con tanto pepe, perfetta per accompagnare i bolliti di carne mista

  • Fasói imbogoné o con le codeghe - Fagioli con le cotiche

  • Pisóta con l'ua - Torta con l'uva

  • Vini - Una vesta scelta tra Valpolicella Classico, Valpolicella Classico Superiore, Ripasso, Amarone e Recioto della Valpolicella

CONSIGLI di VIAGGIO dei World Mappers (World Mappers' Best Travel Tips)

  • Godetevi l'intera area da uno dei suoi fantastici Punti Panoramici. I nostri preferiti sono:

  1. Santuario di Maria Valverde - Nella frazione di San Rocco a Marano di Valpolicella, sul Monte Castelon, si trova questa piccola chiesetta affacciata sulla vallata sulla Valpolicella. Da qui è possibile persino vedere in lontananza il Lago di Garda.

  2. San Giorgio in Valpolicella - Anche dalla piccola San Giorgio di Valpolicella (conosciuto anche come Ingannapoltron), potrete ammirare un panorama mozzafiato sui vigneti, sulle colline della Valpolicella e sul Lago di Garda.

  3. Chiesetta di San Zeno in Poia - Per raggiungere questa bella chiesetta, bisogna raggiungere la cima del colle Poia, partendo dal centro di Sant'Ambrogio. Dalla chiesa si può anche facilmente raggiungere in pochi minuti la cima del colle, da dove il panorama sui vigneti e sul Garda è meraviglioso.

  4. Forte Mollinary di Monte - Dal centro di Monte, piccola frazione di Sant'Ambrogio di Valpolicella, si può raggiungere con una passeggiata il Forte Mollinary, risalente al dominio asburgico e costruito per controllare il confine austriaco e la valle dell'Adige. Da qui il panorama sulla Valle dell'Adige è incantevole, malgrado si trovi in stato di abbandono e non è molto ben conservato.

  • Se siete dei temerari, il Ponte Tibetano a Marano di Valpolicella è quello che fa per voi. Sospesi nel vuoto su questo straordinario che unisce Valpolicella e Lessinia è un'esperienza davvero unica e sensazionale.

  • Molte Cantine organizzano Picnic in Vigna, con una passeggiata alla scoperta dei segreti alla base di questo grande vino, degustazioni su comodi plaid o una cena romantica all'ombra delle viti.

Scoprite anche

MAP'CITY • SOAVE

MAP'CITY • VERONA

#WorldMappers #FollowUs #GayTravel #GayTravelBlog #Wanderlust #GayLove #LoveIsLove #CoupleGoals #GayPride #LGBT #GayGram #Husbands #Travelers

45 visualizzazioni