• World Mappers

Map'City • VILNIUS


Map'City • VILNIUS

Scoprite questa Città con la nostra Guida Pratica per Visitare le Migliori Attrazioni, Assaporare Piatti Tipici e Divertirvi nei Migliori Locali. Tutto questo attraverso gli Occhi Rainbow dei World Mappers


Map'City • VILNIUS

Discover the City with our Smart Guide to Visit the Best Attractions, to Taste Local Food and to Have Fun in the Best Clubs. All through the Rainbow Eyes of the World Mappers.

Cosa Vedere, Dove Dormire, Mangiare e Divertirsi a VILNIUS ?

Scoprilo con i World Mappers !

What to See, Best Places to Sleep, Where to Eat and to Have Fun in VILNIUS ?

Find it out with the World Mappers !

10 COSE DA VEDERE a VILNIUS secondo i World Mappers (10 Best Things & Places to See)

  • Cattedrale & Campanile - Uno dei simboli della città di Vilnius, è stata il primo luogo di culto consacrato al cattolicesimo e il punto da cui è iniziata la cristianizzazione della Lituania. Molto singolare è il campanile staccato dalla Cattedrale, sul quale è possibile salire.

  • Piazza del Municipio (Vilniaus Rotušė) - E' una delle piazze più antiche di tutto il Paese con il grande edificio neoclassico che ospita il Municipio. Si trova alla fine di una delle vie principali dello shopping di Vilnius, Pilies Street. Nel periodo natalizio questa piazza viene abbellita da un gigante albero di natale ed alcuni "igloo" in vetro con all'interno dei graziosi mercatini.

  • Torre Gediminas & Castello di Vilnius - Sulla piccola collina di Gediminas, che prende il nome dal famoso Granduca di Lituania, si trovano diverse attrazioni degne di nota. Con la funicolare, o salendo la collina a piedi, si arriva alla Torre Gediminas e alle rovine del vecchio castello. La vista sulla città vecchia e sulla collina delle tre croci da qui è spettacolare. Ai piedi dell'altura si trovano la statua di Gediminas, il Museo Nazionale, il Palazzo dei Granduchi di Lituania e la Cattedrale di Vilnius.

  • Porta dell'Aurora (Aušros Vartai) - Attraversando questa antica porta accederete direttamente alla città vecchia. La porta è particolarmente bella e ospita una cappella molto visitata e venerata. A pochi metri di distanza meritano una visita anche la Chiesa di Santa Teresa, con un bellissimo interno barocco, la Chiesa dello Spirito Santo Ortodossa, con la sua suggestiva pala d'altare verde, e la Porta del Monastero Basiliano, anch'essa barocca.

  • Chiesa di Sant'Anna - Una delle chiese più belle di Vilnius, con la sua originale facciata gotica fiammeggiante. Si dice che sia il dono che Re Vytautas volle fare alla propria moglie Anna. I mattoni rossi, le due torri e la facciata sono un richiamo turistico irresistibile. Secondo la leggenda, la chiesa è così affascinante che Napoleone Bonaparte - che vide la chiesa durante la guerra franco-russa nel 1812 - desiderò portarla con sé a Parigi "nel palmo della sua mano".

  • Università di Vilnius - Fondata nel 1579, è la più antica università dell'Europa orientale. Si possono visitare sette dei suoi cortili (alcuni davvero molto belli), gli affreschi nella sala di studio lituana, la biblioteca e la chiesa interna.

  • Quartiere Ebraico - Fino al momento dell’invasione nazista gli ebrei avevano vissuto liberamente in città senza aver conosciuto la realtà del ghetto. Durante l'occupazione, invece, ne furono costruiti due: il Grande Ghetto  e il Piccolo Ghetto. Nel 1941 a Vilnius vivevano circa 40 mila ebrei e la capitale lituana era conosciuta anche come “Gerusalemme della Lituania” per la consistente presenza di ebrei intellettuali. Gran parte degli ebrei furono uccisi a Paneriai, una foresta ad una decina di chilometri da Vilnius. Gran parte dei palazzi del quartiere ebraico oggi ospitano istituzioni che ricordano quel periodo: la Comunità Ebrea della Lituania, il Museo dedicato a Vilna Gaon (saggio ebreo famoso in tutto il mondo) e il monumento a Tsemakh Shabad, leggendario medico del ghetto. La Grande Sinagoga fu interamente distrutta prima dalla guerra e poi dai sovietici, quindi resta da visitare solo la bella Sinagoga Corale in stile moresco.

  • Repubblica di Užupis - Forse uno dei nostri posti preferiti della città. La Repubblica di Užupis è un piccolo quartiere di Vilnius, proclamato "indipendente" nel 1997. Pensate che ha persino una sua bandiera, una sua valuta e un esercito di sole 15 persone. Il nome Užupis significa “posto vicino al fiume” e, infatti, il quartiere affaccia proprio sulla Vilnia. Il quartiere ha un tocco bohémien e qui vivono prevalentemente artisti e intellettuali e si organizzano costantemente festival, mostre, incontri culturali, concerti, performance ed esibizioni di ogni tipo. Troverete anche una strada dove viene esposta la sua piccola Costituzione in più lingue. Altro monumento degno di nota è l'Angelo di Užupis.

  • Museo del KGB - Anche conosciuto come Museo delle vittime del genocidio, è situato nell'ex quartier generale del KGB. L'esposizione riguarda le atrocità prodotte durante l'occupazione sovietica e gli anni bui delle persecuzione subita dal popolo lituano. Quasi un milione di persone fu deportato in Siberia senza mai più tornare. Per coloro che vogliono entrare a contatto con la storia, consigliamo una visita ai sotterranei, forse il luogo più sconvolgente, con le prigioni, le camere di tortura e quella delle esecuzioni.

  • Collina delle Tre Croci - Secondo la leggenda le Tre Croci di Vilnius si trovano nel luogo dove vennero martirizzati un gruppo di monaci francesi di un vicino monastero. Di questi si dice che 7 vennero uccisi e altri 7 legati a croci di legno e buttati nel fiume, con la raccomandazione di tornarsene da dove erano venuti. Le numerose (davvero tante) croci che si trovano oggi sulla collina non sono quelle del 1400 perché sono state più volte distrutte o rimosse. Senza dubbio questo è uno dei luoghi più suggestivi di Vilnius, non tanto per il panorama sulla città ma perché è un luogo di devozione secolare trasformato in simbolo di libertà durante e dopo il Comunismo. La salita verso la collina è faticosa e può essere complicata quando c’è pioggia o soprattutto neve (Marco ne sa qualcosa!).

ITINERARI SUGGERITI (Suggested Itineraries)

Visitare al meglio questa città dipende essenzialmente da quanto tempo avete per godervela a pieno. Ecco quindi una soluzione in base al numero di giorni a vostra disposizione / Visiting this city depends essentially on how much time you have available to fully enjoy it. So here is a solution based on the number of days available to you:

  • Giorno 1 / Day 1 - Vilnius Antica & Repubblica di Užupis - Google Maps

  • Extra - Tre Croci / Three Crosses (da Piazza della Cattedrale - a piedi) - Google Maps

(Aprendo le Mappe con Google, potrete facilmente seguire il nostro percorso)

5 MIGLIORI ESCURSIONI da VILNIUS (Best Day Trips & Excursions)

Vi consigliamo di prenotare le migliori escursioni qui: Viator - Musement - Get Your Guide

  • Castello di Trakai & Paneriai Holocaust Site

  • Kaunas, Rumsiskes & Monastero di Pazaislis

  • Riga & Palazzo Rundale

  • Minsk

  • Panamune Road & Castles

Click'nGo - Cliccando su Hotel, Ristoranti, Bar & Club potrete facilmente trovarli sulle Mappe o Consultare il loro Sito / Click on Hotels, Restaurants, Bars & Clubs to find them on the Map or visit their Website

5 MIGLIORI HOTEL GAY FRIENDLY a VILNIUS (Best Gay Friendly Hotels)

5 MIGLIORI RISTORANTI di VILNIUS per Qualità/Prezzo (Best Restaurants)

  • €€€ - Lokys (Typical Lithuanian) ® Testato dai World Mappers

  • €€ - Etno Dvaras (Typical Lithuanian) ® Testato dai World Mappers

  • €€ - Būsi Trečias (Typical Lithuanian) ® Testato dai World Mappers

  • €€ - Mykolo 4 (Typical Lithuanian) ® Testato dai World Mappers

  • €€ - Restoranas GABI (Typical Lithuanian) ® Testato dai World Mappers

3 MIGLIORI GAY BAR & DISCOTECHE di VILNIUS (Best Gay Bars & Clubs))

CONSIGLI di VIAGGIO dei World Mappers (World Mappers' Best Travel Tips)

  • La città di Vilnius in realtà non è ricchissima di opere di Street Art, o meglio, non ancora. Nel corso degli ultimi anni artisti da tutto il mondo stanno iniziando a dare nuova vita ad alcuni muri della capitale. Tra le migliori opere di Street Art a Vilnius troviamo: Muro di fronte al Mercato di Halės - opera dell'artista italiano Millo. Un'enorme facciata di un edificio dove i dettagli architettonici e le finestre che si intrecciano perfettamente con il soggetto dell'opera artistica. Os Gemeos - opera d'arte di alcuni tra i più famosi artisti di strada del mondo, i fratelli brasiliani Os Gemeos, che hanno radici lituane e hanno deciso di dedicare un murales al nonno e alla loro infanzia. Digital Street Art & Art Incubator di Užupis - Uno spazio creativo per gli artisti in questo bizzarro quartiere dove si possono trovare alcuni murales stupendi. Tra le opere d'arte che ci sono piaciute di più ci sono i dipinti di (R)estart Reality. Se a prima vista non sembrano molto speciali, con l'app Restart Reality queste opere prendono vita sul telefono. Bacio di Putin e Trump (oggi è stato rimosso) - Davvero un peccato che oggi non si possa più vedere, sembrava quasi un'opera di ispirazione a quella di Berlino all'East Side Gallery. L'opera presentava il bacio tra il presidente Putin e Trump, come simbolo di unione tra i due paesi.

  • Al di fuori dei classici luoghi da visitare della città, esiste una "Vilnius Segreta" che ci ha semplicemente stregato. Ecco qui le 10 Cose e Luoghi da Vedere della Vilnius Segreta:

  1. Mattonella del Miracolo di Stebuklas - Gli abitanti di Vilnius prendono la ricerca di questa strana mattonella come una sfida per i visitatori. Riuscirete a trovarla anche voi? Ma cos'è? E' una tessera monumento avvolta nel mistero. Chiamata "Stebuklas" ("miracolo" in lituano), è stata nascosta nella grande piazza della cattedrale. Si dice che la mattonella abbia proprietà magiche e che esaudisca i desideri, ma allo stesso tempo rappresenta anche un giorno importante nella storia lituana. Il 23 agosto 1989 circa due milioni di persone si unirono in Lituania, Lettonia ed Estonia (allora Repubbliche Socialiste Sovietiche) creando la cosiddetta Via Baltica, la catena umana ininterrotta più lunga della storia, circa 370 miglia. La catena iniziò a Tallinn, in Estonia, scendendo a Riga, in Lettonia, e infine terminò a Vilnius, in Lituania, proprio presso la mattonella Stebuklas. Si trattò di una protesta pacifica per sensibilizzare l'opinione pubblica sulle condizioni di questi stati sotto l'occupazione sovietica. Ma cosa fare una volta trovata la piastrella per far avverare i propri desideri? Si dice che bisogna girare tre volte in senso orario e fare un salto. Sicuramente un'esperienza divertente per chi vi guarda.

  2. Museo delle Illusioni - Un museo davvero particolare che vi farà mettere in dubbio qualsiasi cosa stiate vedendo. Attraverso illusioni ottiche, arte 3D, realtà virtuale e installazioni che sfidano i sensi, potrete camminare sui muri, guardare dipinti tridimensionali e lasciarvi trasportare da illusioni ottiche. Qui le foto sono consentite e persino incoraggiate dallo staff. Non resta che lasciarvi far ingannare dall'illusione!

  3. La Sirena di Užupis - Si dice che i viaggiatori che sono vittime del fascino di questa sirena siano destinati a rimanere a Užupis per sempre. Sul bordo del fiume Vilnia si trova questa particolare statua in bronzo, diventata simbolo del quartiere alternativo. nel 2004 la scultura andò perduta nelle acque del fiume Vilnia. Per fortuna venne poi ritrovata, restaurata e ricollocata al suo posto. Ora non vi resta che cercarla e trovarla, o se vi piace vincere facile, ecco qui il suo "indirizzo" - intersezione tra Maironio g. e Užupio g.

  4. Museo della Banca della Lituania - Volete vedere la più grande Piramide di Monete del mondo? Allora dovete fare un salto in questo museo. Qui si trova infatti questa grandiosa opera d'arte costituita da un Milione di Centesimi. L'installazione è stata creata in occasione del cambio della moneta locale lituana con l'Euro nel 2015 e per festeggiare è stato sfidato e vinto il record mondiale con una piramide fatta di monete in disuso.

  5. Luci Pedonali Femminili - In occasione del centenario del movimento di suffragio femminile in Lituania è stato creato qualcosa di unico sui semafori pedonali. 14 segnali stradali sono stati trasformati in semafori femminili (lungo la principale via Konstitucijos) di fronte ad alcune delle più grandi aziende della città. E' senza dubbio il ricordo di quanto le donne in Lituania hanno ottenuto e otterranno ancora in futuro. Pensate che la Lituania è stata la prima nazione europea a garantire il diritto di voto alle donne nel 1918, ben prima degli Stati Uniti.

  6. Palazzo Verkiai - Su una collina a nord di Vilnius, un tempo dimora dei granduchi lituani venne in seguito donato ai vescovi e trasformato in una residenza estiva. Quando i soldati di Napoleone lo devastarono il Palazzo Verkiai perse gran parte del suo splendore, sebbene oggi grazie alla splendida vista sulla valle del fiume Neris e alle sue foreste infinite, sia tornato ad essere un luogo meraviglioso.

  7. Valle di Puckoriai - Un luogo bucolico dal panorama mozzafiato, dove le scogliere sabbiose si tuffano nel fiume Vilnia. Per arrivare in questa valle occorre seguire l'autostrada che prende il nome da Stepan Bathory, un principe della Transilvania che governò la Lituania e la Polonia nel 16 ° secolo.

  8. Cimitero di Rasos - In questo enorme cimitero troverete centinaia di tombe di alcuni dei personaggi più importanti della storia lituana. Sicuramente fuori dai sentieri turistici più battuti, ma merita una visita.

  9. Sculture Insolite - Oltre al monumento quasi satirico di Frank Zappa, padre dello sberleffo musicale, ci sono tante altre sculture strane e nascoste a Vilnius, tutte accompagnate da leggende o tradizioni davvero particolari: la pancia fortunata, che strofinandola pare porti fortuna, l'angelo di Užupis, che simboleggia la libertà dell'arte dell'Europa orientale, o la scultura uovo di Pasqua ad Užupis.

  10. Literatų Gatvė (Literature Street) - Nel 2009 un gruppo di artisti lituani decise che Literatų gatvė dovesse diventare la via simbolo di quest'arte. In occasione della candidatura di Vilnius a Capitale Europea della Cultura, alcuni artisti iniziarono ad appendere placche decorate dedicate a vari scrittori della capitale lituana. Da questa idea si arrivò a riempire l'intera via con oltre 200 placche; si trovano ritratti degli autori, citazioni di loro capolavori o opere interamente astratte.

GAY FRIENDLY TOURS

Volete scoprire più a fondo la città attraverso i Migliori Tour e Guide Gay? Vi consigliamo i seguenti operatori locali / Do you want to discover more about the city through the Best Gay Tours and Tour Guides? We suggest you the following local tour operators:


Gaily Tour - Tour Operator che offre tour ed escursioni dedicati alla comunità LGBT+ in tutta Europa. Tour Speciali e Guide Gay & Lesbian Friendly pronte a farvi scoprire le bellezze di questa destinazione. Info & Prenotazioni: info@GailyTour.com

Vilnius • Tour Gay Friendly & i Segreti di Uzupis Inizia questo speciale tour LGBT friendly di Vilnius a piedi dalla Porta dell'Aurora e da uno dei santuari più visitati di Vilnius, famoso non solo in Lituania ma anche all'estero, adorato anche dai rappresentanti di altre religioni. Proseguite verso la chiesa di Sant'Anna, capolavoro del periodo tardogotico. La chiesa di Sant'Anna, che è sopravvissuta fino ai giorni nostri immutata per oltre 500 anni, è diventata un simbolo di Vilnius. Quindi raggiungete l'autoproclamata "Repubblica" di Užupis, il quartiere bohémien e artistico, con suo un inno, una costituzione, un presidente, un vescovo, due chiese, il cimitero del Bernadine, sette ponti e un proprio guardiano chiamato l'Angelo di Užupis, che è stato messo al centro del quartiere nel 2002. Esplorate uno dei distretti più antichi di Vilnius e ammirate la sua costituzione di fama mondiale nella quale si legge che "6. Tutti hanno il diritto di amare" e "16. Tutti hanno il diritto di essere felici", non importa come. Successivamente osservate l'imponente Cattedrale di San Stanislav e San Vladislav, il luogo di culto più importante per i cattolici della Lituania e la sede delle principali festività cristiane e nazionali del paese. Preparatevi a salire fino al campanile della Cattedrale di Vilnius, una delle torri più antiche e più alte della Città Vecchia, che offre un bellissimo panorama. Date un'occhiata da lontano alla collina delle tre croci. Alcuni sostengono che le origini delle tre croci risalgono al XVII secolo, quando tre monaci le misero lì per rendere omaggio a un gruppo di compagni che furono martirizzati nel 14° secolo. Secondo i libri di storia, sette monaci furono uccisi e sette furono legati a croci di legno e galleggiarono lungo il fiume Neris, con l'ordine di tornare a ovest da dove erano venuti. Dopo il tour potete salire liberamente sulla collina per raggiungere il monumento.

Incluso: * Guida Turistica Gay o Lesbian Friendly per tour della città (3 ore)

* Ingresso - Campanile della Cattedrale di Vilnius

Vilnius • Gay Friendly Tour & Uzupis' Secrets

Start this special LGBT Friendly walking tour of Vilnius from the Gates of Dawn and one of the most visited shrines in Vilnius that is famous not only in Lithuania but also abroad, worshipped by the representatives of other creeds too.  Continue to the church of St Anne, a masterpiece of the late Gothic period. St Anne’s Church, which has survived to the present day without changing for over 500 years, has become a symbol of Vilnius. Then reach the self-proclaimed "Republic" of Uzupis, Vilnius' Bohemian and artistic district. It has its own anthem, constitution, president, bishop, two churches, the Bernadine Cemetery, seven bridges, and its own guardian called The Bronze Angel of Uzupis, who was put in the centre of the district in 2002. Explore one of Vilnius' oldest districts and admire its worldwide famous constitution where it is written that "6. Everyone has the right to love" and "16. Everyone has the right to be happy", no matter how. Afterwards observe the imposing Cathedral of St. Stanislav and St. Vladislav is the most important place of worship for Lithuania’s Catholics, and the venue for the country’s main Christian and national festivities. Be ready to climb up to Vilnius Cathedral Bell Tower, one of the oldest and tallest towers of the Old Town, which offers a beautiful panorama. Take a look from afar to the Hill of Three Crosses. Some say, that the origins of the three crosses date back to the 17th century when three monks placed them there to pay tribute to a group of fellow monks who were martyred in the 14th century. According to the history books, seven monks were killed and seven were tied to wooden crosses and floated down the Neris River, with the instruction to return to the west where they came from. After the tour you can climb on your own the hill to reach the monument.

Included:

* Gay or Lesbian Friendly Tour Guide for City Tour (3 hours)

* Entrance Fee – Vilnius Cathedral Bell Tower

Vilnius di Notte • Gay Tour Godetevi una Vilnius illuminata e un fantastico tour a piedi nei bar e club gay e lesbo di Vilnius per vivere l'atmosfera magica e la scena LGBT della città. Godetevi la vostra bevanda inclusa (disponibile anche bevanda analcolica) e divertitevi! Incluso: * Guida Turistica Gay o Lesbian Friendly per tour notturno (2 ore) * Aperitivo in un Gay Bar (1 Drink)

Vilnius by Night • Gay Tour

Enjoy an enlightened Tallinn and an amazing walking tour through Vilnius' gay & lesbian bars and clubs to live on your skin the magic atmosphere and LGBT scene of the city. Enjoy your included drink (also alcohol free drink available) and own the night !

Included:

* Gay or Lesbian Friendly Tour Guide for Night Tour (2 hours)

* Drink in Gay Bar (1 Drink)

Cosa Vedere vicino a Vilnius ?

MAP'CITY • RIGA

MAP'CITY • TALLINN

#WorldMappers #FollowUs #GayTravel #GayTravelBlog #Wanderlust #GayLove #LoveIsLove #CoupleGoals #GayPride #LGBT #GayGram #Husbands #Travelers

26 visualizzazioni